martedì 4 ottobre 2011

23 - DONNE

Donne oggetti desiderati se piacenti, oggetti rifiutati e derisi se non piacenti.
Bisognerebbe rivoluzionare tutto nel modo in cui viene trattata la donna e la sessualità in generale, che sta all'origine dell'oggettizzazione delle persone.
Moda, pubblicità e comunicazione sono alla base della diffusione della demenza collettiva.
Una donna deve essere un oggetto desiderabile altrimenti viene derisa, esempio Rosy Bindi viene continuamente derisa per la sua non desiderabilità o guardi un telegiornale e le conduttrici in genere devono essere desiderabili mentre i conduttori uomini no, e parlo anche di programmi "illuminati" come Santoro o il Tg3.
"La donna è un oggetto, l'uomo un soggetto" è il messaggio che diffondono e ritrovi ovunque, dal supermarket al lavoro.
Così un oggetto si desidera, si usa, se non si può averlo si tenta di prenderlo, poi quando comincia a invecchiare si getta e si cerca uno nuovo modello.
Finché non cambia tutto ciò saremo messi male.


foto di Vasile Covaciu

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.