giovedì 31 maggio 2012

60 - sex tv


Molta televisione è basata sull'imbonimento sessuale creante donne oggetto e spettatori-consumatori beoti, il moralismo è sbagliato, se una volesse anche prostituirsi è giusto lo faccia, ma qui non è una questione di libertà di farlo ma il fatto di diventare un simbolo del nazismo pubblicitario, per cui viene proposto un modello di vita lussuoso con soldi e donne disponibili, la maggioranza che non può raggiungere quel modello di vita si sentirà fallita ed emarginata se non compra i prodotti appartenenti a quel mondo a cui aspirano, con l' illusione indotta di farne parte tramite gli oggetti, saranno beoti e infelici acquirenti di tonnellate di prodotti, donando benessere e potere alle classi dominanti.
Diciamo tutti che siamo indipendenti e che nessuno guarda la tv, ma quando esco di casa vedo che ne sono imbevuti quasi tutti, vittime manovrabili del culto del consumo.
Leggevo sul giornale di adolescenti che si prostituiscono per un cellulare alla moda, altrimenti se non ce l'hanno vengono derisi ed emarginati dalla maggior parte degli altri, stesso discorso con i vestiti firmati ecc, e a quell'età non hanno neppure una personalità per decidere liberamente.
La scelta che ci mettono davanti è prostituirsi con gli onori del sistema dominante o non prostituirsi venendo emarginati dalla maggioranza di schiavi conniventi.
Tette e i culi sono armi del potere per attirare la mente dello spettatore in un meccanismo che lo distrugge.
La libertà sessuale sarebbe un antidoto che farebbe depotenziare il meccanismo, infatti le stesse persone tutte troie&coca poi nella vita pubblica fanno i moralisti casa&chiesa e votano leggi per ostacolare la libera sessualità.
Gli spettatori devono vedere e non fare per essere succubi.

mercoledì 30 maggio 2012

59 - Biglietti


BIGLIETTI

ti aprono ogni porta
ti aprono ogni buco
volente o nolente
rilassano
eccitano
sono la vita
senza muori
biglietti
il nostro porco divino
le nostre preghiere
il nostro unico orizzonte
non puoi sfuggire
non hai via di scampo
venditi, venditi, venditi
mettiti sul mercato
ultima occasione
nessuna scelta

lunedì 28 maggio 2012

58 - PSEUDO



Vedo citare, apprezzare e condividere solo uomini preferibilmente con carnagione chiara e di cultura occidentale, tramite video musicali, citazioni, poesie, ecc. 
Sono scelte pseudoautonome di gente pseudolibera comandata da una pseudodemocrazia che guida i pseudogusti. 
Pseudobaci a tutti.

giovedì 24 maggio 2012

57 - Il concerto dei Rockets


Nel 1978 ho visto un concerto dei Rockets, vennero nella discoteca del mio paesino disperso nella campagna che chiamava ogni tanto personaggi famosi o quasi di allora, erano venuti anche Cicciolina e Mingardi.
Io con alcuni amici eravamo fissi in quel periodo nella radio privata del paese, perciò siamo andati a registrare il concerto senza così pagare l'ingresso, altrimenti se c'era da pagare non ci andavamo, avendo quasi tutti altri gusti musicali.
Passando davanti a un'osteria che faceva dei pesantissimi piatti tipici della zona ci hanno detto che i Rockets avevano cenato lì, abbiamo chiesto se mangiavano vestiti e verniciati come cantavano, ci hanno risposto: No, erano vestiti normalmente.
Arrivati dentro la minuscola discoteca ci siamo posizionati sul palco sulla destra, a pochi metri dai Rockets; avevano appena fatto un certo successo con la cover di On The Road Again, c'era gente ma non molta.
Hanno iniziato a suonare accompagnati dai loro effetti speciali: fumo, luci, raggi, scintille e lanci di candeline di plastica fosforescenti, ma davanti a loro sotto il palco si era posizionato un gruppo di teppisti che li hanno presi subito in antipatia, deridendoli e bersagliandoli di sputi, soprattutto al cantante, poi raccoglievano e tiravano addosso ai Rockets con violenza le candeline fosforescenti che loro avevano lanciato verso il pubblico.
Intanto il Rocket più vicino a noi aveva iniziato a bere acqua frizzante in continuazione da una bottiglia di vetro, stava poco bene, infatti poco dopo ha vomitato sul palco, un po' a lato, ed era divertente vedere un similalieno vomitare. Nel frattempo i teppisti hanno cominciato a spingere, volevano salire sul palco a menarli, c'era una security formata dai magrissimi operai che montavano il palco e facevano fatica a trattenere i teppisti, ogni tanto sembrava che sfondassero in un assurdo balletto di operai e teppisti avvinghiati, c'era da piegarsi dal ridere.
Il concerto è finito poco dopo, suonavano bene bisogna dire, considerando anche la situazione in cui si trovavano: sputi, insulti, candeline tirate addosso, minacce di botte, indigestione da cibi tipici, vomitata sul palco.
Terminato il concerto alcuni si lamentavano perché con le scintille si sono ritrovati la camicia piena di buchi, allora hanno avuto una maglietta dei Rockets e qualcosa meno del valore di una camicia in denaro.
Il giorno dopo siamo andati a sentire la registrazione che avevamo fatto ma non si sentiva praticamente niente, il registratore aveva le testine sporche e nessuno lo aveva controllato.
La cosa che più mi è rimasta impressa è che con gli sputi non colava la vernice che avevano.
La discoteca poi ha chiuso e hanno fatto un supermarket.
La radio ha chiuso dopo pochi anni.
L'osteria l'hanno chiusa perché non andava quasi nessuno a mangiare lì.
Quelli del gruppo dei teppisti tra alcol/droga/rapine/carcere/comunità sono spariti quasi tutti, o sepolti o in altri luoghi.
I Rockets li ho visti, ci sono ancora ma non si danno più la vernice, eppure era buona, neanche colava.
Però quelli che sono andati a vedere Cicciolina dicevano che si sono divertiti molto di più; grazie al cazzo.



venerdì 18 maggio 2012

56 - Maggioranza di facebook


Vi piace il buonsenso di frasi da carta dei cioccolatini,
traboccate della parola amore in ogni occasione,
ma volete torturare e ammazzare chi commette crimini,
dar fuoco agli zingari,
cacciare a bastonate gli extracomunitari.
Dite di fare la rivoluzione contro i politici tutti ladri,
ma passate il tempo scambiandovi buongiorni con cuoricini
e non riuscite a leggere più di due righe,
immersi in luoghi comuni e qualunquismo
vi cagate addosso solo a mettere una firma a un appello.
Però è meglio così,
fareste solo danni se avreste del coraggio
perché fondamentalmente non capite niente,
siete repressi col cervello devastato dalla coglioneria,
perciò continuate in questa maniera
adios e fatevi tante seghe con Belen,
vi lovvo ♥♥♥♥♥♥♥

sabato 12 maggio 2012

55 - Culi



Belli, brutti, perfetti, cellulitici
attraenti, respingenti, indifferenti, nauseanti
puliti, sporchi
intatti, sfondati
brufolosi, pelosi, glabri
spetazzanti, caganti, inquinanti
nudi, mutandati
miliardi di culi
camminano sulle strade
mi parlano
mi dicono quanto animali siamo
però tu dal culo altezzoso
non ci credi
rinneghi il tuo culo
mantieni le distanze
ma il tuo culo non puoi ignorarlo
o sarà la tua faccia
solo il lato istintivo
libero da sovrastrutture civili
ti fa stare in equilibrio
se rinneghi questo aspetto animalesco
diventi stronzesco.

venerdì 11 maggio 2012

54 - Corazze sentimentali


Bisogna aprirsi, emozionarsi, godere, soffrire...in poche parole vivere.
Dentro una corazza al riparo dalle emozioni si sta più tranquilli, ma è una bara.

53 - Rifiuti

 l' apriscatole è utile, le scatole sono inutili