lunedì 30 luglio 2012

82 - Masturbation

Uno è considerato comunemente un poeta quando scrive poesie in alternativa alla classica masturbazione.


giovedì 26 luglio 2012

81 - oggi


oggi
mi sono tagliato un dito con una scatoletta di sardine
mi è andata bene
potevo tagliarmi il cazzo con una scatoletta di tonno
il tonno è pieno di sostanze inquinanti


martedì 24 luglio 2012

80 - falsi & paraculi



Non sono il solito uomo-scimpanzé che si masturba anche con i piedi quando vede una donna minimamente piacevole e la sommerge di complimenti falsi & paraculi a scopo penetrativo, non la vedo come un oggetto del desiderio ma come una persona con cui se c'è sintonia e attrazione ci si può aggrovigliare ben volentieri.

venerdì 20 luglio 2012

79 - Sid Vicious



Sid Vicious è nato il 10 maggio 1957 in Inghilterra .
Abbandona la scuola e conosce Malcolm McLaren che lo mette nei Sex Pistols.
All'inizio del 1977 conosce Nancy Spungen. Il cantante del gruppo John Lydon tenta di tenere Sid lontano da Nancy, nota eroinomane, ma i due si piacciono e iniziano a frequentarsi, così anche Sid inizia a usare l'eroina. Nel periodo successivo Sid Vicious comincia a imparare a suonare il basso, ma alle sessioni di registrazione di Never Mind the Bollocks si presenta troppo strafatto per suonare e viene sostituito da Matlock, rientrato nel gruppo come session man. Nei mesi successivi gli amici provano a separarlo da Nancy e dall'uso di eroina, ma senza risultato.
I Sex Pistols raggiungono il successo arrivando in vetta delle classifiche nel 1977 con la canzone "God save the queen", che è anche la prima canzone al numero uno della classifica che viene censurata: "Dio salvi la regina, il regime fascista ti ha reso cretina", dice il testo.
Nel 1978 i Pistols fanno il loro primo tour negli USA, durante il quale Sid mostra comportamenti masochisti sul palco e insulta più volte la folla.
Due giorni dopo l'ultimo concerto dei Pistols Sid Vicious ha la sua prima overdose di eroina e tre giorni più tardi, durante un volo aereo verso New York, cade in un coma causato dall'eroina..
In Inghilterra Vicious rompe definitivamente con Lydon, che ha nuovamente tentato di separarlo da Nancy, e si trasferisce per un breve tempo a Parigi, dove partecipa alle riprese del film sui Sex Pistols: The Great Rock 'n' Roll Swindle; per il quale registra una cover di My Way e di alcune canzoni di Eddie Cochran. Nell'agosto 1978 si trasferisce a New York con Nancy e si esibisce in un concerto d'addio con una backing band chiamata The Vicious White Kids, composta da Steve New, Glen Matlock e Rat Scabies.
In seguito forma gli Idols, gruppo dalla breve vita con Barry Jones, Steve Dior, Arthur Kane e Jerry Nolan. L'unico album della band, Sid Sings, composto esclusivamente da cover e dalle tracce di The Great Rock 'n' Roll Swindle,  verrà pubblicato nel 1979.
Il 12 ottobre 1978 Sid trova Nancy Spungen morta accoltellata; pur trovandosi in stato confusionale e non ricordando nulla, Sid afferma di aver commesso il reato e viene arrestato.
Esce su cauzione pagata dalla EMI, e commette vari atti sconsiderati: prima tenta di suicidarsi con un rasoio, in seguito è di nuovo arrestato per aver rotto un bicchiere in faccia a Todd Smith, fratello di Patti Smith.
Dopo il rilascio il 1 febbraio 1979, Vicious assume nuovamente dell'eroina datagli dalla madre; dopo essersi iniettato in vena dell'altra eroina, durante la notte ha un'overdose e viene rianimato dalla sua nuova fidanzata Michelle Robinson, poi i due si addormentano.
Sid Vicious viene trovato morto di overdose il mattino seguente.
Ha lasciato un biglietto con scritto che voleva essere sepolto di fianco a Nancy Spungen con addosso jeans, giacca di pelle e anfibi; nonostante fossero queste le sue ultime volontà non poterono essere esaudite, Nancy era d'origine ebrea ed era seppellita nel cimitero ebraico, la madre di Nancy quindi non acconsentì che Sid, non essendo ebreo, venisse seppellito dove avrebbe voluto.
La madre di Sid allora decise di far cremare il figlio e le sue ceneri vennero sparse sulla tomba della Spungen.


Poesia ( trovata dalla madre dopo la sua morte )
di Sid Vicious:
Nancy

Tu eri la mia piccola ragazza
E conoscevo tutte le tue paure
Tanta era la gioia di tenerti tra le mie braccia
E baciare via le tue lacrime
Ma ora sei andata
Qui c' è solo dolore
E niente io posso fare
E non voglio vivere questa vita
Se non posso vivere per te

**************************************************
Nancy
(A poem written by Sid and found by his mother after his death)

You were my little baby girl
And I knew all your fears
Such joy to hold you in my arms
And kiss away your tears
But now you're gone
There's only pain
And nothing I can do
And I don't want to live this life
If I can't live for you






78 - donne gay trans uomini

Donne gay trans uomini meridionali settentrionali italiani stranieri...sono tutte categorie usate per nascondersi dietro pregiudizi e luoghi comuni, siamo incatalogabili se seguiamo la nostra natura; catalogabili se invece ci lasciamo guidare dentro categorie che ci ingabbiano.
Un uomo può essere più femminile di una donna e viceversa.
Siamo persone.
Non siamo limitati da un organo genitale o dalla pelle o dalla residenza, abbiamo una potenza che neanche conosciamo nel cervello ma, sovente, stiamo lì a seguire i luoghi comuni.
Cerchiamo di spaziare con la mente, liberi da ogni barriera, verso nuovi mondi e verso un vaffanculo a tutto.


mercoledì 18 luglio 2012

77 - Tutti poeti

Il problema non è il fatto che scrivono tutti, anzi la vedo come una cosa bellissima, dà la possibilità a chiunque di esprimersi e di far conoscere i suoi pensieri, il problema è che bisogna essere molto critici e non considerare quelli che sono semplici sfoghi o peggio tentativi di imitare qualche poeta,.
Invece lo spirito critico è sparito, la maggioranza non ha gusti, segue da decenni solo scelte indotte, perciò non sa distinguere lo sterco dalla cioccolata..
Anche i cosiddetti alternativi hanno dei santi imposti intoccabili, se critico un poeta francese maledetto o uno scrittore beat famoso vengo guardato male, oppure se dico che "Un giudice" di De André per me è una stronzata o che Gaber è sopravvalutato ed è quello che cantava la torpedo blu e votava la moglie di Forza Italia non si può dire, sono ritenute bestemmie, ma se aggiungo che hanno fatto anche cose importanti che mi piacciono si calmano un po', e perché?
Perché hanno quasi tutti paura di mettere in discussione il loro mondo di piccole certezze, i loro santini alternativi accettati acriticamente, poi in confidenza qualcuno dice che palle però quel libro o quel cantante, ma ufficialmente non lo dice.
Un esempio di sclerotizzazione dei gusti è su facebook nei gruppi di poesia, in cui gli pseudopoeti spesso sono arroganti, presuntuosi, pieni di cattiveria, senti dai discorsi che sono di destra spesso estrema e vorrebbero passare per persone sensibili, magari c'è qualcuna veramente brava e innovativa ed ecco che loro si coalizzano cacciandola dal gruppo, che così diventa un gruppo di conformisti dementi, ridicoli, patetici.
Pensate solo con la vostra testa, non fateci defecare dentro da nessuno.

martedì 17 luglio 2012

76 - Deep Purple

16 luglio 2012 - E' morto Jon Lord all'età di 71 anni co-fondatore e tastierista dei Deep Purple, se ne va uno dei più grandi di sempre, senza di lui i Deep Purple non sarebbero stati quel che sono e senza i Deep Purple il rock non sarebbe quel che è, sono uno dei massimi gruppi; i critici musicali snob e trendy che lo negano possono andare a spalare letame.


sabato 14 luglio 2012

75 - Facce e televisione

Che facce fantastiche che c'erano in televisione negli anni 70, aveva ragione Carmelo Bene che vedeva già negli anni 80 il pericolo venire dai volti-saponetta, facce insulse e insignificanti di personaggi fatti con lo stampino.
Invece in questa televisione di prima c'erano dei volti che erano un'esplosione di personalità, che artisti e che voci,....questa era la sigla finale di un programma del 1972, Teatro 10, persone di uno spessore inimmaginabile nella telecacca degli ultimi anni.




venerdì 13 luglio 2012

74 - Dio e la religione


Le religioni sono uno strumento per controllare e comandare quelli che non riescono a ragionare col proprio cervello, qualsiasi idea di sacro è una distorsione della ragione.
Se consideri sacro un libro ogni frase estrapolata può significare tutto e il suo contrario.
Credete in voi stessi se capite qualcosina.
Ma se siete messi male e non riuscite a stare senza una religione direi che i valdesi sono i più sopportabili per un profondo motivo: di fare proselitismo non gliene importa una beata minchia.

giovedì 12 luglio 2012

73 - La persona meno razzista del mondo





Io sono la persona meno razzista del mondo, mi stanno sul cazzo tutti, senza differenze.
Poi se vedo che uno si comporta bene nei miei confronti comincio ad apprezzarlo un po’.
Quelli che sopporto di meno sono coloro che se ti affezioni e gli vuoi bene iniziano a fare gli stronzi e a trattarti male, quello è il comportamento più brutto, squallido e vigliacco che ci possa essere, veramente nauseante.
Anche quelli (quasi tutti) che ti cercano solo quando hanno bisogno sono stronzi al cubo, gente inutile e dannosa da eliminare dalle amicizie.
Meglio imparare a star da soli nella vita vista la gente che circola.
Oppure se non riesci a star da solo dovrai prostituirti per avere compagni o amici, dovrai vendere la dignità, piegarti, umiliarti, andar contro le tue idee per un po’ di compagnia.
Se invece sei pieno di soldi hai la fila di leccaculi, ma vogliono solo i tuoi soldi, tu sei solo uno stupido mezzo per ottenerli.
Se trovi una persona che ti vuole bene in maniera disinteressata tienila cara e stretta, è più rara e preziosa di uno smeraldo gigante.
Io sarei una di quelle persone se l'intera umanità non mi stesse sul cazzo come base di partenza.
Ma con un notevole sforzo se una persona si comporta bene con me posso riuscire a baciarla, ovviamente lingua in bocca e dito in culo, per lei solo il massimo.








giovedì 5 luglio 2012

71 - Nuovi esperimenti sociali


Provo a dire orno invece del solito buongiorno.
Mi guardano strano come se avessi sgarrato ad una regola intoccabile, ORNO è il mio nuovo saluto, bofonchiano qualcosa nella maggior parte dei casi, non sanno che dire.
Qualcuno inizia a non salutarmi più, qualcun altro fa un cenno di capo visibilmente incazzato, altri optano per un salve o un ciao con uno sguardo di comprensione, forse pensano che sono un fottuto drogato col cervello bruciato, anche senza forse.
Invece sono uno scienziato diplomato quasi col massimo dei voti alla scuola media inferiore che sta facendo un esperimento per studiare le interconnessioni sociali veicolate dal linguaggio.
Vi studio popolo bue ed accumulo dati che poi il mio cervello elaborerà per capire meglio il mondo circostante, saranno studi che potranno creare un mondo migliore, più consapevole.
Il mio è un compito importantissimo, essenziale per l'evoluzione del genere umano.
Ecco invece che cercate di zavorrarmi, di tirarmi dentro la vostra mediocrità fatta di buongiorni del cazzo, mi volete come voi, ma io vi sparo un orno sulle vostre meschinità.
Anzi da domani vi cambio saluto, vi dico STORNO.
Almeno avrete qualcosa di nuovo su cui sparlare a cena.