lunedì 18 febbraio 2013

150 - Wendy O. Williams



Wendy Orlean Williams, (28 maggio 1949 – 6 aprile 1998)  si faceva chiamare Wendy O. Williams per avere la sigla WOW, è stata una cantante punk metal con il gruppo Plasmatics e come solista.
Nata a New York, a 16 anni scappa di casa e girovaga per diversi anni negli Usa e in Europa facendo vari lavori dal cucire bikini in Colorado, alla cuoca a Londra,  alla spogliarellista a New York.
Nel 1976 entra  nel cast dello spettacolo "Captain Kink Theatre" di Rod Swenson e con lui un paio di anni dopo forma i Plasmatics, che con Swenson come manager e Wendy come cantante debuttano nel 1978 sulla scena punk di New York esibendosi al CBGB con spettacoli che riempiono il locale e si distinguono per la loro trasgressione,  nel 1979 Wendy partecipa anche a un film hard in cui esibisce la sua capacità di lanciare con i muscoli vaginali delle palline da ping pong.
I  loro spettacoli diventano famosi per la loro trasgressiva carica selvaggia oltre ogni limite conosciuto: chitarre tagliate con la motosega, esplosioni sul palco di casse, di televisori e persino di automobili , oltre alle provocazioni di Wendy che seminuda simula rapporti sessuali.
Nel gennaio 1981 a Milwaukee, venne arrestata e picchiata dalla polizia per essersi esibita sul palco in simulazioni di rapporti sessuali col seno ricoperto solo di schiuma da barba; dal suo rilascio comincerà durante gli spettacoli a coprirsi i capezzoli con del nastro adesivo nero.
Nel 1982 esce con un disco singolo in coppia con il suo amico Lemmy Kilmister dei Motorhead.
I Plasmatics incontravano spesso difficoltà per esibirsi dal vivo e vengono banditi anche a Londra, questo porterà alla decisione di sciogliere il gruppo.
Gene Simmons dei Kiss produce nel 1984 "WOW", il debutto da solista di Wendy . Nel 1985 viene nominata per il premio Grammy come miglior voce femminile. Nel 1986 partecipa al film indipendente considerato un capolavoro "Reform School Girls".
Riunisce i Plasmatics nel 1987 per il concept album "Maggot: The Record", in cui lei vegetariana convinta e arrabbiata si scaglia contro il consumismo, l'album racconta la storia horror ironica di una famiglia borghese divorata dai vermi.
Nel 1991 si ritira dalle scene e va a vivere col suo compagno Rob Swenson nel Connecticut, si occupa della riabilitazione di animali e scrive libri di ricette vegetariane per promuovere un'alimentazione più sana; in uno show televisivo, a cui partecipa per portare avanti la sua battaglia per un cibo sano, accusa la famosa produttrice di biscotti Debby Fields di essere simile a uno spacciatore di eroina per i danni causati dallo zucchero bianco che mette nei suoi prodotti.
Depressa per l'insensibilità dell'umanità che definisce cinica e superficiale, tenta di suicidarsi nel 1993 piantandosi a martellate un coltello nel petto, nel 1996 ci riprova con un'overdose di efedrina, nel 1998 mette la testa in un sacchetto di nylon affinché non si disperdano i pezzi per facilitare quelli che la ritroveranno e con una pistola si spara.
Il suo amico di sempre Lemmy Kilmister le dedicherà la canzone "No Class" nell'album live del 1999 dei Motorhead  "Everything Louder Than Everyone Else".


Album con i Plasmatics:
New Hope for the Wretched ( LP 1980)
Beyond the Valley of 1984 (LP 1981)
Metal Priestess (mini-LP 1981)
Coup d'Etat (LP 1982)
Maggots: The Record (LP 1987)

Album da solista:
W.O.W. (LP, 1984)
Kommander of Kaos (LP, 1986)
Deffest! and Baddest!  (LP, 1988)






















Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.