martedì 10 gennaio 2012

35 - COMPACT DISC E 'STO CAZZO


Quando negli anni 80 cominciava a diffondersi il cd si diceva che costava a produrlo qualcosa meno della metà dei dischi in vinile ( circa 8.000 lire per fare un vinile, meno di 4.000 lire per fare un compact ), ma subito l'hanno messo ad un prezzo doppio rispetto al disco in vinile, per speculare in maniera indecente, vomitevole, quattro volte il prezzo che avrebbe dovuto avere.
Ora leggo che produrre un cd costa 3/4 euro massimo e te lo vendono oltre i 20 euro.
Questo sfruttamento ha comportato che non li compra più nessuno e vaffanculo.
Io ovviamente sono contrario alla pirateria, è una pratica indecente , una rapina nei confronti di chi ama l'arte, quindi sono contento che coloro che dirigono le case discografiche falliscano essendo i peggiori pirati che esistano, e rivaffanculo con distinti saluti a loro e ai loro artisti gonfi di soldi merdosi.
Se capissero qualcosa più di un cazzo comprenderebbero che mettendo i cd in vendita a 5 euro la gente li comprerebbe e non li copierebbe, venderebbero molto con minori ricavi guadagnando il giusto, avrebbero un maggior numero di appassionati di musica e cosa più importante diffonderebbero l'arte e la cultura.
Poi c'è anche  lo stato con l' iva al 20% sui cd, una vergogna, dovrebbe eliminare l'iva sulla cultura o metterla almeno al 4% come i libri.
Mettendo i cd a un massimo di 7/ 8 euro e se lo stato riducesse al 4% l'iva potrebbero guadagnare alla stragrande ancora.
Adesso non salti fuori il solito discografico speculatore rincoglionito dicendo che ha tanti costi per promuovere il disco.
Carissimi speculatori il disco se è buono si promuove da solo, se è una merda ricacciatevelo nel culo o vendetevelo anche a 100 euro per i cretini che lo comprano, me ne frega un cazzo, io parlo di musica vera non di merda di suino, la musica buona deve avere un prezzo politico di 5 euro massimo, 8 euro se si vuole esagerare, e ci guadagnate comunque se rivoluzionate il modo di produrli
Altrimenti la gente non ve li comprerà più e voi sparirete, come avete ampiamente meritato grazie alle furbate ai danni degli appassionati di musica.
Anzi ripensandoci fate bene a lasciarli ai prezzi attuali, così definitivamente vi togliete dal cazzo.

1 commento:

  1. Cosa dire, il post è scurrile, infarcito di volgarità... ma mi trovo "fottutamente" in sintonia con te ;-)

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.