domenica 26 gennaio 2014

215 . Poesie da esposizione

A cosa servono le poesie che parlano d'amore?
A masturbarsi la mente e/o i genitali
mentre fuori tutto marcisce.
E' la poesia per chi accetta supinamente
ogni ingiustizia di questo mondo.
E se lo dici salta fuori il saputello dalle paraculate intellettualoidi
con l'esempio del grande poeta che scrive poesie d'amore.
Il grande poeta potete appiccicarvelo ai genitali
non esistono grandi
esistono solo stronzi spacciati per grandi,
sono tutti stronzi, siamo tutti stronzi, ognuno è stronzo
e proprio per quello bisogna combattere la stronzaggine
per non esserlo eternamente.
Invece eccoli lì, a condividere le belle frasette di passione
mentre i criminali al potere
ci pignorano la casa
ci avvelenano il cibo e l'acqua
ci cancellano ogni speranza e ogni futuro
distruggendo l'ambiente
e ci massacrano a manganellate se protestiamo.
E tu lì, con le tue poesie:
oh, amore
imbevuto nella tua anima
gabbiano ferito
rosse gocce di passione
colan mescendosi
al tramonto sul mar
e mi vien da cagar.
Renditi conto:
il mondo crolla
mentre tu ti fai
solo delle seghe.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.