martedì 19 aprile 2016

268 - GLI ITALIANI MEDI E I REFERENDUM

Italiani medi non pigliatevi per il culo da soli col discorso che non avete capito questo referendum ed era confuso, diciamo la verità: all'italiano medio non gliene frega un cazzo di qualsiasi questione pubblica.
In 20 anni non è passato nessun referendum, tranne quello sulla privatizzazione dell'acqua solo perchè l'italiano medio temeva che gli aumentassero la bolletta.
L'italiano medio se c'è da imparare qualcosa che gli interessa si applica subito, sa immediatamente il funzionamento di complicatissimi giochi o di intricate slot machine o come ottenere scontato il televisore di moda o come fare l'abbonamento per vedere le partite della champions league.
Gli interessa solo quello che lo riguarda personalmente, non sa neppure cosa sia la cosa pubblica, lo noti dalla sostanziale indifferenza davanti agli scandali del denaro pubblico rubato, in qualsiasi altra nazione ci sono sollevazioni popolari e indignazioni per ammanchi di pochi euro, qui spariscono miliardi di euro nell'indifferenza generale; perché nel suo ragionamento l'italiano medio pensa che tanto sono soldi pubblici, mica i soldi suoi privati.
Lo stesso ragionamento che lo spinge a tenere pulita la sua casa e appena esce per strada comincia a gettare per terra la carta delle caramelle o la lattina di birra o il pacchetto di sigarette vuoto; che poi insieme alle cartacce gettate dagli altri italiani medi alla prima pioggia intensa finiscono a ostruire le grate delle fognature, così si allagano le strade e i piani terra delle case, poi vedi che intervistano gli allagati e senti che tutti danno la colpa allo stato che non passa a pulire le grate delle fognature. Ed è così su tutto, dall'evasore fiscale visto con benevolenza, alla casa abusiva che devasta l'ambiente, alla raccomandazione per far passare il figliolo scemo davanti a quello capace.
Qui per poter vivere in una vera democrazia bisogna togliere il diritto di voto all'italiano medio o espatriare.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.