sabato 9 luglio 2016

316 - TIFOSERIE

Dirò una cosa impopolare e antipatica, ma non sopporto i cervelli all'ammasso.
Nel caso del povero ragazzo nigeriano morto a Fermo così come è succeso in altri casi si formano dele tifoserie politiche, e i fatti non contano più niente.
In questo caso la verità deve essere per forza quella detta dalla sua ragazza, anche se viene smentita dai rilievi della scientiifica e da tutti gli altri testimoni.
Dicono che l'agggressore era fascista, per cui ha torto a prescindere, è qui posso anche essere d'accordo in quanto che mi conosce un minimo sa quanto odi i fascisti (vecchi, nuovi o 3.0 che siano) ma al punto di cancellare la logica dei fatti e l'obiettività non sono d''accordo. Tra l'altro come testimonia il sindaco del paese che lo conosceva fino a qualche anno fa si definiva comunista l'imputato, in pratica era solo una persona ignorante e confusa. (vedi qui: linkiesta.article
I testimoni che non dicono la verità stabilita da chi non c'era a prescindere dai fatti vengono minacciati (vedi qui: cronachefermane. ) .
Non sopporto questo meccanismo mentale di massa, è quello del linciaggio, delle tifoserie, della scemenza che regna sovrana in questa sciagurata nazione.
Sicuramente alla base del delitto c'è il clima di razzismo alimentato dai politici opportunisti per ottenere consensi elettorali  e dai giornalisti furbastri per amplificare i pericoli facendo più audience con i loro nauseanti programmi.
Preoccupiamoci di smantellare questo clima razzista invece di blaterare su fatti che non conosciamo, lasciamo che facciano luce sugli avvenimenti coloro che sono pagati e hanno i mezzi per farlo, ascoltando tutti i testimoni e facendo i rilievi opportuni. Invece ho letto commenti contro una testimone: "..troia.." "...puttana..." o persino assurdi "...poteva farsi i cazzi suoi...".
Io so solo che ci sono versioni contrastanti, non posso sapere la verità non essendo stato presente agli avvenimenti, perciò mi pare stupido il comportamento di chi ne sa quanto me ma si mette a tifare per questo o quello, diventando loro degli ultras della presunta verità.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.