sabato 11 aprile 2015

295 - POESIE AUTOMATICHE

Ho notato che su facebook ci sono sempre gli stessi stilemi che generano poesie in automatico.
Il 90% della poesia inutile è composta da alcune frasi a cazzo per imitare una poesia, con qualche parola simbolo del significato (fremere, passione, desiderio,ecc,) e per condire dandosi un'impronta saccente vengono messe alcune parole poco usate.
Si palesa sempre la figura dell'amato che risolve ogni malessere.
Più una foto un po' trasgressiva per facebook, per sembrare trasgressivi anche se si scrivono accomodanti banalità.
Ecco fatta la poesia di fb che riceverà tanti "mi piace".
Poi c'è la minoranza alternativa che produce poesie che esprimono malessere per lo schifo che ci circonda, ma purtroppo spesso sono solo pose per darsi un'immagine che non si ha e anche qui spesso si ripetono le stesse formule per essere accettati e apprezzati dal gruppo di appartenenza, con il soggetto schifato dall'universo che si droga/alcolizza per sopportarlo, parole crude tipo vomito/merda/ cazzo/figa per darsi un'immagine di strada; riproponendo sempre lo stesso concetto per centinaia di poesie, modificando solo un po' le parole.
Aggiungendoci una foto un po' horror e angosciante è pronta per essere postata anche la poesia alternativa.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.