martedì 17 dicembre 2013

202 - Odio le feste

Non festeggio il Natale, non faccio l'albero o il presepe, non mangio il panettone o il pandoro, non faccio il cenone.
Non è che voglia fare l'alternativo, il motivo è molto più semplice e naturale: non me ne frega un cazzo, di tutte le feste.
Voglio una vita con tutti i giorni uguali, senza vacanze, senza festività.
Sto meglio così.
Le feste e le vacanze mi fanno istintivamente schifo fin dall'adolescenza.
Sono l'ora d'aria del prigioniero, il diversivo, la distrazione con cui si distraggono dalla noia e dal tedio di vite vuote, credendo in questo modo di essere liberi e felici.
Facce da culo ridacchiano come ebeti, si ingozzano peggio dei porci, si regalano le migliori stronzate, che c'entro io con questo?
Niente.
Chi ha bisogno di feste e animatori per sentirsi vivo in realtà è un morto in vita.
Io ho un universo che mi gira nel cervello, non ho bisogno di distrarmi dalla noia, perché non so cosa sia.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.